Sito vetrina o e-commerce? Le differenze tra i principali siti web

sito-vetrina-napoli

Scopri tutto quello che devi sapere sulle varie tipologie di siti web esistenti, sulla differenza tra sito vetrina e sito e-commerce e su qual è la migliore scelta per il tuo business

Hai finalmente deciso di lanciare un business online con un nuovo progetto imprenditoriale o semplicemente per offrire alla tua azienda già consolidata nuovi orizzonti di vendita. Sai bene che il primo passo da fare è aprire un sito web, quand’ecco che arriva la prima domanda amletica: meglio un sito vetrina o un sito e-commerce?

Ti sei documentato, certo, ma non abbastanza da saper rispondere a questa domanda, e ora il dubbio rischia di paralizzarti: che tipologia di sito scegliere?
Non preoccuparti!
Avere delle perplessità al riguardo è assolutamente normale, ecco perché in questo articolo cercheremo di spiegarti quali sono le differenze tra i principali siti web per aiutarti a fare la scelta migliore tra un sito vetrina e un sito e-commerce per il tuo business.
Keep calm e continua a leggere!

La principale differenza tra un sito vetrina e un e-commerce

La definizione “sito vetrina” sta a indicare una tipologia di sito statico, che viene aggiornato poco e raramente, e che si presenta come una sorta di company profile digitale dell’azienda. Un sito vetrina è composto generalmente da un numero esiguo di pagine, quelle che servono a presentare l’azienda, descrivere i servizi che offre, presentare un catalogo prodotti e, eventualmente, dare la possibilità agli utenti di entrare in contatto con l’azienda.
I siti vetrina, proprio per le loro caratteristiche di estrema semplicità, sono molto richiesti dalle aziende che si approcciano per la prima volta al mondo digital, ma non è detto che siano la scelta giusta per tutte le imprese!

Della loro reale convenienza e utilità parleremo più avanti.
Vediamo ora invece cos’è un e-commerce.

Un e-commerce è un sito molto più strutturato, di carattere commerciale, che prevede l’implementazione di un sistema per la vendita online dei prodotti o servizi di un’azienda.
Da un punto di vista tecnico capirai bene che la realizzazione di un sito e-commerce è molto più complessa, perché prevede l’implementazione di una serie di strumenti, ad esempio per la gestione congiunta del magazzino o per consentire ai clienti il pagamento online, che fanno lievitare non poco i costi del sito.
Il motivo per cui molte aziende scelgono di realizzare un sito e-commerce è la volontà imprenditoriale di espandersi sul mercato, aprendo di fatto un nuovo canale di vendita con l’obiettivo di aumentare il fatturato aziendale.

Interessante no?

Ma allora a cosa serve un sito vetrina?
Se un sito vetrina non permette di espandersi sul mercato e aumentare le vendite, perché un’azienda dovrebbe scegliere di realizzare uno?

In realtà la questione non si può dirimere in maniera così semplicistica: ci sono molti buoni motivi per realizzare un sito vetrina invece di un e-commerce, e il prezzo più basso è soltanto uno di questi.

Molti marketers ritengono un sito vetrina un cattivo investimento: in realtà molto dipende dalla definizione che diamo di “sito vetrina” e, soprattutto, dalle attività di web marketing che si decide di affiancare alla realizzazione del sito.

Come scegliere tra sito vetrina e e-commerce?

Ora che hai un’idea più o meno precisa della differenza tra un sito vetrina e un e-commerce inizi ad avere qualche elemento in più per fare la scelta più adatta alle tue reali necessità.
Ti invitiamo a considerare innanzitutto questi aspetti:

• La tua azienda vende prodotti o servizi?
• Quanto è ampio il tuo catalogo?
• Qual è il tuo budget?
• Come sono i siti dei tuoi competitor?

Queste domande preliminari ti aiuteranno a capire quali sono le tue reali esigenze e di conseguenza qual è la scelta più conveniente per te e per la tua azienda.

Sei ancora in alto mare?
Eccoti qualche altra dritta per aiutarti a scegliere!

Quando un nuovo cliente arriva in agenzia con la richiesta di aprire un sito internet, la prima cosa che facciamo è chiederci quali sono le sue reali possibilità di successo online all’interno del suo settore merceologico di riferimento.
Rispondere a questa domanda con previsioni realistiche è fondamentale per scegliere che tipologia di sito web realizzare: da questa scelta dipenderanno anche tutte le successive attività di digital marketing e quindi il successo digitale del business del nostro cliente.

sito-vetrina-o-e-commerce
Quando consigliamo di realizzare un sito vetrina?

Oggi ci sentiamo particolarmente generosi e vogliamo offrirti una mini-consulenza gratuita svelandoti quali sono le occasioni più frequenti in cui consigliamo ai nostri clienti di realizzare siti vetrina:

• Quando l’azienda vende servizi invece che prodotti
• Quando opera nel settore terziario, per esempio in ambito culturale
• Quando l’azienda ha bisogno di instaurare un rapporto di fiducia con i clienti prima di proporre in vendita i suoi prodotti/servizi, per esempio nel caso di beni di lusso dal costo elevato

Una precisazione: realizzare un sito vetrina per noi non significa acquistare un template, metterlo online e abbandonare il cliente a se stesso. A differenza dell’accezione comune, per noi un sito vetrina è un sito che va tenuto vivo e vitale allo stesso modo di un sito “commerciale”, e che va aggiornato costantemente con notizie e informazioni di interesse degli utenti, come fotografie, articoli di blog, eventi, nuovi cataloghi e tanto altro.
Gestito in questo modo, anche un sito vetrina può generare grandi risultati e portare la tua azienda al successo.
Ed è qui che entra in gioco una corretta sponsorizzazione del tuo sito internet, argomento che ti consigliamo di approfondire in questo articolo dedicato al digital marketing.

Come fare un sito vetrina?

Online esistono diverse guide e tutorial che spiegano come realizzare un sito vetrina, con WordPress o altri CMS simili. Se hai un po’ di dimestichezza con i linguaggi di programmazione puoi provare a cimentarti da solo nella realizzazione del tuo sito web gratis, ma il nostro consiglio è di rivolgersi sempre a un professionista per la creazione del tuo sito, sia che si tratti di un sito vetrina, sia che si tratti di un e-commerce.
Rivolgerti a un professionista è fondamentale per evitare bug e malfunzionamenti del tuo sito web.

Quanto costa un sito vetrina?

La realizzazione di un sito vetrina può avere costi molto variabili.
Molto dipende dalla scelta del CMS (Content Management System): il CMS Open Source più utilizzato per i siti vetrina è sicuramente WordPress. L’alternativa è realizzare il proprio sito vetrina con un CMS proprietario: entrambe le soluzioni hanno vantaggi e svantaggi che è importante valutare con attenzione.

Sito vetrina con WordPress: funziona?

WordPress è, come abbiamo detto, il CMS Open Source più utilizzato per la realizzazione di siti vetrina, perché presenta una serie di vantaggi:

• è facile da usare
• permette di scegliere tra tantissimi template diversi, adatti ai vari settori di mercato
• ha un’ampia libreria di plugin aggiuntivi per soddisfare diverse esigenze anche lato marketing  
• è altamente personalizzabile, a patto che vi rivolgiate a uno sviluppatore esperto

Dati tutti questi vantaggi, sono molte le aziende che scelgono WordPress come CMS per la realizzazione del loro sito web. WordPress mette anche a disposizione una versione per e-commerce, Woo-Commerce.
L’alternativa a WordPress, e in generale a un qualunque CMS Open Source, è scegliere di realizzare il proprio sito partendo da zero, in HTML, PHP e CSS, con un CMS proprietario. Anche in questo caso ci sono vantaggi, come la totale libertà di scelta per quanto riguarda il design del sito e la maggiore protezione dei server da eventuali attacchi informatici.
La scelta tra WordPress e un CMS proprietario dipende anche in questo caso dalle esigenze specifiche di ciascuna azienda.

differenze sito vetrina e-commerce
Creare un sito vetrina che converte

Ma veniamo ora alla domanda cruciale, quella che sicuramente continua a ronzarti in testa da quando hai iniziato la lettura di questo articolo: è possibile creare un sito vetrina che converte?
La risposta è sì, ma molto dipende da cosa intendiamo per “sito vetrina”.
Un sito vetrina non è un sito di 4 o 5 pagine, il cui unico obiettivo è permettere a fornitori e clienti di conoscere il nostro indirizzo e scaricare il nostro catalogo. Un sito di questo genere è praticamente inutile se vuoi far conoscere la tua azienda online.
Affinché possa convertire, un sito vetrina deve saper:

• Mettere in risalto i plus aziendali attraverso la giusta identità grafica e contenuti interessanti
• Attirare potenziale clienti attraverso strategie di marketing che non implicano la vendita diretta, come ad esempio la lead generation

Un esempio di sito vetrina che converte

La nostra esperienza ci ha insegnato che anche un sito vetrina può portare ottimi risultati in termini di aumento del fatturato, se realizzato a regola d’arte e sorretto da un’adeguata attività di web marketing.
Un esempio di sito vetrina che converte è il sito web del museo
Palazzo Merulana realizzato in occasione dell’inaugurazione del museo e che in pochi giorni ha portato tantissime visite e contatti. Puoi leggere la case history di questo nostro cliente qui.

Quando realizzare un sito e-commerce

Come capire invece quando è il caso di realizzare un sito e-commerce?
Se il tuo obiettivo è vendere online, hai bisogno di un e-shop. Se credi che un sito vetrina non faccia al caso tuo e vuoi realizzare un sito e-commerce, ti consigliamo di approfondire l’argomento in questo articolo:

Aprire un e-commerce: tutto quello che devi sapere prima di realizzare il tuo sito web

Vuoi un preventivo per la realizzazione del tuo sito vetrina?