Quanto è importante essere sui marketplace?

2019-02-25T11:45:31+01:00
perche-andare-sui-marketplace

Molti imprenditori sottovalutano le potenzialità offerte dai marketplace come Amazon, ma le possibilità di crescita per il tuo business sono tante

Amazon, E-bay, Aliexpress, Alibaba ecc. ormai fanno parte della nostra esperienza di acquisto quotidiana, eppure non tutti gli imprenditori che già vendono online o vogliono aprirsi al digitale li vedono di buon occhio quando si tratta di aprire un negozio virtuale su una di queste piattaforme.

In realtà i marketplace offrono molte opportunità di crescita, alcune delle quali nascoste, che dovresti imparare a sfruttare se hai deciso di investire nel mercato online.

Oggi la maggior parte degli imprenditori vuole aprire un proprio e-commerce, imparare a gestirlo al meglio per ottenere più traffico, un maggior numero di conversioni e, di conseguenza, un aumento del fatturato.
Senza pensare minimamente di poter vendere (e guadagnare) sui marketplace.

Una delle ragioni è che molti imprenditori italiani fanno ancora confusione tra e-commerce e marketplace, pensando che siano la stessa cosa. Vi svelo un segreto: non è così. Oggi è importante essere sui marketplace, ma per farlo bene bisogna essere consapevoli delle differenze che queste piattaforme presentano rispetto agli e-commerce.

Nei prossimi paragrafi andremo a chiarire:

  • La differenza tra marketplace ed e-commerce
  • I vantaggi dell’uso di un marketplace account

Differenze tra marketplace ed e-commerce

Un marketplace (dall’inglese  “luogo di mercato”) è una piattaforma online il cui “proprietario” consente ai venditori di terzi parti di vendere e fatturare direttamente ai propri clienti. Un marketplace è quindi una sorta di intermediario tra venditore e acquirente.

Un e-commerce invece è un sito web  privato, personalizzato e adattato nei minimi dettagli alle esigenze comunicative di un brand, dove vendere ai propri clienti in maniera diretta.

La differenza principale per un acquirente è che, se su un marketplace si trova davanti a tantissime tipologie di prodotti, quando sceglie di acquistare su un e-commerce sa benissimo cosa sta cercando e probabilmente conosce anche il brand.

Per comprendere appieno la differenza tra e-commerce e marketplace, immaginiamo un grande mercato della domenica (marketplace): andandoci siamo consapevoli di poter trovare qualsiasi tipo di prodotto in un solo posto, dall’abbigliamento alle scarpe, dai prodotti per la casa ai generi alimentari.

Se invece entriamo in un negozio di verdura (e-commerce) è perché sappiamo bene di voler acquistare frutta e ortaggi, non ci aspetteremmo mai di trovare nessun altro tipo di prodotti e probabilmente conosciamo anche il negoziante e ci fidiamo della qualità dei suoi ortaggi, sempre freschi.

Come avrai intuito grazie a questo esempio, spingere un consumatore ad “entrare” nel tuo negozio virtuale può non essere semplice, soprattutto se la tua attività è agli inizi e il tuo brand è ancora poco conosciuto dai consumatori.
Questa difficoltà può essere facilmente aggirata su un marketplace.

Scopri il CMS giusto per te

Perché è importante essere presenti sui marketplace?

Vendere oggi sui marketplace è possibile anche senza avere un e-commerce in proprio. Ma vendere su un marketplace porta moltissimi altri vantaggi. Vediamo quali:

  • Accesso immediato al grande pubblico. Gli ultimi dati sul comportamento dei consumatori confermano che sempre più persone comprano online e soprattutto sui marketplace. Secondo le stime Amazon, ad esempio, raggiungerà da solo la quota del 50% del mercato online negli USA.
  • Fiducia. Quanto spesso ci fidiamo delle persone che non conosciamo? Lo stesso discorso si applica al rapporto tra consumatore e venditore. Il cliente medio acquista più facilmente su un marketplace dal grande nome anziché su un e-commerce che non conosce.
    Quando acquistiamo su un marketplace come Amazon ci poniamo molto di meno il problema chi è il venditore di un determinato oggetto e lo compriamo con più facilità, fidandoci senza ragionarci più di tanto. Un nome una garanzia insomma. Inoltre i marketplace offrono al consumatore numerose tutele: pagamenti sicuri, recensioni veritiere, assistenza 24h su 24h. Tutto questo porta il cliente a spendere con più facilità. Questo può essere un aggancio per entrare in contatto con i tuoi clienti che, dopo l’acquisto, potranno scegliere di visitare il tuo sito per conoscerti meglio.
  • Apertura a (quasi) tutto il mondo. Chi è che non sogna di vendere il proprio prodotto ad un pubblico più vasto, magari anche all’estero? Se hai un e-commerce però, puoi immaginare le difficoltà con le quali ti andrai a scontrare per poterti presentare ad un pubblico straniero: dalla comunicazione del brand in un contesto culturale diverso, alla valutazione e organizzazione della logistica (spedizioni, prezzi, possibilità di vendere un certo tipo di prodotto in alcuni paesi). Vendere su un marketplace ti permetterà di eliminare i grattacapi legati alla logistica e alle esigenze di traduzione del sito e di aprirti ai mercati esteri.
  • Logistica. Per chiunque vende online è inevitabile avere un magazzino, la cui gestione diventa molto complicata in ambito logistico e di spedizione. Un marketplace ti da la possibilità di evitare tutte queste difficoltà, come collegare un gestionale al tuo CMS, assumere ulteriore personale che si occupi delle vendite online etc.
  • Possibilità di testare nuovi prodotti. Hai paura che il tuo nuovo prodotto non piaccia o che non avrà lo stesso successo degli altri? Un marketplace come Amazon ti dà la possibilità di testare il gradimento del tuo prodotto presentandolo a migliaia di persone. Un e-commerce senza investimento in advertising non riuscirebbe ad arrivare a queste dimensioni, mentre scegliendo di vendere su un marketplace, sarà la piattaforma stessa a promuovere i tuoi prodotti, garantendoti grande visibilità sia quando l’utente effettua una ricerca organica, sia quando si trova già sulla piattaforma, con tecniche di cross-selling che mostrano al cliente prodotti correlati ai suoi acquisti. Tutto questo ti dà la possibilità di raggiungere un pubblico più vasto e ricevere anche un feedback sui tuoi nuovi prodotti.
  • Ultimo buon motivo per essere su un marketplace, ma non per questo meno importante, è la possibilità di comparare i prezzi del tuo prodotto e capire come si stanno muovendo i tuoi competitor. Che tipo di servizio stanno offrendo (spedizione gratuita, sconti sul primo acquisto, carte di fidelizzazione etc.) e se sono presenti o meno su queste piattaforme.

A conti fatti, vendere sui marketplace è un’ottima opportunità di crescita.

Tutti questi punti di forza, insieme alla semplicità di gestione di un account sui marketplace, rendono la scelta di vendere sui grandi mercati online davvero conveniente.

Se non ci hai ancora pensato oppure non ti fidi, forse è arrivato il momento di superare la diffidenza e provare ad aprire il tuo negozio virtuale su un marketplace!

Prima di prendere qualunque decisione il consiglio è sempre quello di informarti bene e rivolgerti a dei professionisti che ti aiuteranno a elaborare una strategia di marketing integrata e costruita sulla base delle tue esigenze.

Ottieni un report seo o social gratuito